News

Covid, variante Omicron, Israele chiude le sue frontiere. In Australia 2 casi provenienti dal Sudafrica – Mondo

L’Australia ha reso noto di aver diagnosticato due contagi della variante Omicron del virus del Covid-19 su passeggeri provenienti dal Sudafrica.

Israele ha deciso di chiudere completamente le sue frontiere per prevenire l’arrivo di persone contagiate dalla variante Omicron del virus del Covid-19, dopo aver annunciato ieri l’interruzione dei voli dall’estero, si apprende da fonti ufficiali.

Il Giappone aggiunge altri tre Paesi africani alla lista delle nazioni per le quali da sabato è scattato l’obbligo di quarantena, dopo la scoperta della nuova variante del Covid-19, originata in Sudafrica. I Paesi sono il Mozambico, il Malawi e lo Zambia, e si vanno ad aggiungere a Botswana, Eswatini, Lesotho, Namibia e Zimbabwe, oltre allo stesso Sudafrica. “Il governo risponde con urgenza al rischio di espansione del virus, e faremo quanto in nostro potere per controllare al meglio le frontiere”, ha detto il premier nipponico Fumio Kishida. I viaggiatori che provengono dai nove Paesi saranno sottoposti a un periodo di 10 giorni di quarantena in strutture predisposte dalle autorità sanitarie, durante i quali saranno eseguiti tre tamponi: al terzo e al sesto giorno e al termine dell’isolamento.

“La nuova variante Omicron del coronavirus provoca una malattia leggera senza sintomi importanti“, ha detto, ripresa da diversi media, Angelique Coetzee, presidente della Associazione dei medici del Sudafrica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA